Vera idea della tragedia di V.Alfieri, Volumen1

Portada
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ningún comentario en los lugares habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todas

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 208 - ... quand on veut le changer. Je voudrais dans le sein de ma famille entière Finir un jour en paix ma fatale carrière ; Mais si vous vous hâtez , si vos soins imprudents Appellent en ces lieux Oreste avant le temps, Si...
Página 37 - Rien n'est beau que le vrai : le vrai seul est aimable ; Il doit régner partout, et même dans la fable : De toute fiction l'adroite fausseté Ne tend qu'à faire aux yeux briller la vérité.
Página 25 - ... soli personaggi attori, e non consultori o spettatori ; la tragedia di un solo filo ordita; rapida per quanto si può servendo alle passioni, che tutte più o meno vogliono pur dilungarsi ; semplice per quanto uso d'arte il comporti; tetra e feroce, per quanto la natura lo soffra; calda quanto era in me; questa è la tragedia, che io, se non ho espressa, avrò forse accennata, o certamente almeno concepita.
Página 273 - E come quei che, con lena affannata Uscito fuor del pelago alla riva, Si volge all...
Página 25 - La tragedia di cinque atti, pieni, per quanto il soggetto da del solo soggetto; dialogizzata dai soli personaggi attori, e non consultori o spettatori; la tragedia di un solo filo ordita; rapida per quanto si può servendo alle passioni, che tutte più o meno vogliono pur dilungarsi; semplice per quanto uso d'arte il comporti; tetra e feroce, per quanto la natura lo soffra; calda quanto era in me...
Página 295 - Confonds dans ses conseils une reine cruelle. Daigne, daigne, mon Dieu, sur Mathan et sur elle Répandre cet esprit d'imprudence et d'erreur, De la chute des rois funeste avant-coureur!
Página 213 - Ah! quelle destinée, et quel affreux supplice, De former de son sang ce qu'il faut qu'on haïsse! De n'oser prononcer sans des troubles cruels Les noms les plus sacrés, les plus chers aux mortels! Je chassai de mon...
Página 150 - Per questa parte dunque direi che l'autore abbia piuttosto disinventato , negandosi assolutamente tutte le altrui, e tutte le proprie invenzioni, là dove nocevano a parer suo alla semplicità del soggetto , da cui si è fatto una legge sacrosanta di non si staccare mai un momento, dal cominciar della prima parola del primo verso, fino alla estrema dell'ultimo.
Página 150 - ... maravigliose e non sempre verisimili catastrofi; altrettanto in queste l'autore si è studiato a spogliare il suo tema d'ogni qualunque incidente che non vi cadesse naturale, necessario, e per così dire, assoluto signore del luogo ch'egli vi occupa. Per questa parte dunque direi che l'autore abbia piuttosto disinventato , negandosi assolutamente tutte le altrui, e tutte le proprie invenzioni, là dove nocevano a parer suo alla semplicità del soggetto...
Página 26 - Alfieri non parla e non agisce sul modello de* drammi esistenti, ma sul modello che il suo spirito si è fatto della tragedia ? Per analizzar questa idea difficile a intendersi ea concepirsi , applichiamola a qualche tragedia. Eschilo nelle Cociore, Sofocle , Euripide nell'Elettra , Voltaire nell...

Información bibliográfica