Scelta di lettere edificanti, scritte dalle missioni straniere: Missioni dell' India e del Giappone

Portada
R. Fanfani, 1829
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ningún comentario en los lugares habituales.

Otras ediciones - Ver todas

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 225 - La libertà ben regolata, la sufficiente provvisione pel vitto, vestito ed albergo, la pace pubblica e la tranquillità dell'animo sono, a mio credere, i veri e sodi ingredienti che formano la felicità di un popolo. Ora gli abitanti nelle Riduzioni Cristiane fin qui descritte son veramente sudditi dei Cattolici Monarchi delle Spagne, e dipendono dai Regii Governatori delle tre gran Provincie del Tucuman, del Rio della PIata e del Paraguai; ma sudditi con sì lieve peso e condizioni cotanto miti...
Página 234 - Tuttavia può mettersi in dubbio , se questa durezza de' loro intelletti sia un diffllo particolare del temperamento di quelle nazioni , o pure un accidentale effetto della loro educazione. Anche delle nazioni indiane del Canada nell'America Settentrionale e delle barbariche dell'Affrica, alcuni missionarj scrivono esser quelle genti stupide , di cervello grossolano e non atte a ben pensare e riflettere sulle cose. Non è da quetarsi a sì fatti giudizj. I più degli Americani del Paraguai altra...
Página 234 - Paraguai altra vita non menano, altro mestiere non fanno che quello de' contadini europei, la maggior parte de' quali nella pianura noi osserviamo zotica, dura di cervello e semplice, ma, per l'ordinario, di buoni costumi, appunto perché senza malizia e perché non pratica coi cattivi, e attende ai suoi lavorieri, allevata in una povertà faticosa. E pure in questi medesimi climi nascono tanti felici ingegni, sia nelle città, sia ne...
Página 233 - ... medesimi Indiani si offerisse ad ajutar loro, standosene eglino solamente incantati a mirarli , benché tanto più robusti di loro e consapevoli che quel faticoso lavoro unicamente si faceva per proprio lor comodo ed interesse. Dio nulladimeno così dispose le cose, che quantunque le persone del mondo tenessero per pazzia il tentare di guadagnar a Dio e di civilizzar gente sì barbara , fiera e dispersa , fra la quale non si trovava né oro, né argento onde ricompensar le...
Página 189 - Oltre ali' inclinazione suddetta si truova in essi una mirabil abilità per la musica delle voci e degli strumenti musicali, cioè per apprendere tutto ciò che spetta al canto o al suono. Hanno ottime voci, concorrendo a renderle tali ed anche più armoniose che in altri paesi , le acque de...
Página 237 - Con opposte massime si regolano le picciole repubbliche degl'Indiani del Paraguai. Appunto perché non hanno ambizione, o sia desiderio d'onori, che vada lor pungendo il cuore, perché han quello che basta al loro sostentamento, né curano il lusso, contenti del poco, si reputano essi ben trattati dalla divina provvidenza e vivono con una mirabil quiete. Perciò quivi più che altrove avrebbe trovato il p. Bartoli la «povertà contenta».4 Non usano schiavi fra loro, come in tanti altri paesi dominati...
Página 238 - ... differenziandosi i caciqui, capitani ed altri pubblici ministri e principali dal rimanente del popolo coltivator della terra, pure tal differenza, siccome non consistente nel possesso di più tenute di stabili o in altra ricchezza proveniente da mercatura o industria, non toglie veramente l'uguaglianza fra loro, né quivi è oggetto d'invidia, siccome avviene fra noi che abbiam nobili ed ignobili, poveri e ricchi, padroni e servitori.
Página 183 - Cristiani , si^è il mirare lo stato e la maniera del vivere de' novelli Cristiani del Paraguai per quello che concernc lo spirito e 1' anime loro. Quella gente , che ne' tempi andati , somigliante alle fiere, conveniva con esse ne' boschi, altro non meditava che vendette e stragi fra loro stessi e maggiormente contro ai vicini; più che d'altro ghiotta di carne umana , perduta nelle ubbriachezze e nell...
Página 184 - Dio, l'abbonimento ai vizi e peccati e la pratica dell'opere virtuose. La sperienza ha fatto conoscere che quegl'Indiani per la maggior parte sono di uno spirito dolce ed amichevole ed oggidì nella maggior parte si truova quella bella semplicità che vien commendata nel Vangelo come propria dei fanciulli. Se diversi comparivano prima, e tali son pur tuttavia coloro che restano nel gentilesimo, ne era e ne è principalmente cagione il cattivo costume e l'essere allevati in quella brutale ed abominevol...
Página 169 - ... alla fede popoli barbari e selvaggi. Anzi esso costa immense fatiche, patimenti e pericoli , e se il vero spirito di Dio non animasse e sostenesse que" generosi banditori del Vangelo , non sarebbe possibile che si mettesse alcuno , o che continuasse a cercare con tanti sudori di guadagnare a Dio quella sì brutal generazione. Certamente chi de...

Información bibliográfica